Unity---Centro-estetico-e-salone-di-parrucchieri-a-Milano-centro-Duomo-logo

Dal Lunedì al Sabato
dalle 10:00 alle 20:00

Milano Centro – Missori

I rischi del biondo dopo l’hennè sui capelli: ecco 5 motivi per cui lo sconsigliamo

I-rischi-del-biondo-dopo-l'hennè-sui-capelli--ecco-5-motivi-per-cui-lo-sconsigliamo

Tabella dei Contenuti

Se hai usato l’henné sui capelli e ora desideri tornare bionda ma non sai come, sei nel posto giusto. Il desiderio di cambiare il proprio look attraverso trattamenti naturali ha portato molte persone a sperimentare l’utilizzo dell’hennè sui capelli. Tuttavia, è fondamentale comprendere i potenziali rischi associati a questa pratica.

In questo articolo esamineremo i rischi di decolorare i capelli dopo aver utilizzato l’henné e ti forniremo 5 motivi per cui è sconsigliato farlo.

Cos’è l’hennè?

L’hennè è un antico rimedio naturale che ha attraversato i secoli come una sostanza versatile con applicazioni che spaziano dalla tintura per capelli alle pratiche mediche. Originario del Nord Africa e dell’Asia, l’henné è estratto dalle foglie di Lawsonia inermis, un arbusto conosciuto anche con il nome Henné o Henna.

Avrai sicuramente sentito parlare dell’applicazione dell’henné sui capelli. Una delle sue principali applicazioni infatti riguarda proprio la colorazione dei capelli. Molte persone scelgono l’hennè come alternativa alle tinture chimiche, poiché è un metodo naturale per ottenere tonalità che vanno dal rosso al marrone.

L’hennè sui capelli è particolarmente apprezzato per la sua capacità di migliorarne la lucentezza e la salute generale, oltre a coprire i capelli bianchi in modo uniforme.

Oltre ad essere utilizzato come tintura per capelli, in diverse culture viene usato come parte integrante di pratiche di bellezza e salute. Nella medicina ayurvedica è noto per le sue proprietà rinfrescanti e lenitive sulla pelle, ed è spesso utilizzato in maschere facciali e trattamenti per il corpo.

Come si ottiene l’henné per i capelli?

Per ottenere la polvere di henné impiegata nell’ambito cosmetico per la tintura dei capelli, le foglie vengono essiccate e macinate per estrarre il Lawsone. Questo pigmento colorante reagisce con la cheratina presente nei capelli, intensificandone il colore.

Il pigmento dell’henné è noto per essere molto intenso e in grado di colorare i capelli in modo significativo. Quando viene applicato sui capelli, il lawsone penetra nella cuticola del capello e si lega alle proteine all’interno della fibra capillare.

Questo processo crea un legame chimico tra il pigmento dell’henné e il capello, conferendo una colorazione permanente o semi-permanente, a seconda della durata della posa.

Quanti tipi di hennè esistono?

Spesso si sente menzionare l’henné nero, l’henné rosso e l’henné neutro. Va precisato che l’henné è unico e deriva dalla polvere delle foglie della Lawsonia inermis, ottenuta tramite essiccazione e sbriciolamento. Tale polvere conferisce una colorazione rossa a pelle e capelli.

Quando si fa riferimento all’henné nero, in realtà si parla dell’Indigo, ottenuto dalla fermentazione ed essiccazione delle foglie dell’Indigofera tinctoria. L’Indigo dona un nero corvino e può essere miscelato con l’henné puro per attenuare i riflessi ramati e ottenere tonalità più scure.

L’henné neutro invece, proviene dalle foglie della Cassia obovata. Questa polvere non ha proprietà coloranti, ma quando usata come impacco, nutre, ristruttura e dona lucentezza ai capelli senza alterarne il colore originale.

Le diciture come henné castano e henné biondo si riferiscono a miscele di Lawsonia con altre piante, come ad esempio il Mallo di noce, il Katam e l’Indigo per ottenere tonalità di castano, e la camomilla e il rabarbaro per le sfumature bionde.

hennè-sui-capelli-rischi-biondo

Biondo dopo l’henné: esplora i possibili rischi per i tuoi capelli

Vediamo insieme i pro e i contro della decolorazione successiva all’utilizzo dell’hennè sui capelli. La decisione di effettuare una tinta bionda dopo aver utilizzato l’hennè può presentare una serie di rischi e sfide che è fondamentale comprendere prima di intraprendere questa decisione. Questo perché l’hennè, essendo un colorante naturale, può reagire in modo imprevedibile alla decolorazione.

La combinazione delle sostanze chimiche utilizzate nella decolorazione potrebbe causare una reazione indesiderata con il pigmento dell’hennè, portando a risultati imprevedibili o dannosi.

Henné-sui-capelli-problemi-effetti

Prima di procedere con il lavoro infatti, è vivamente eseguire una prova preliminare su una piccola ciocca di capelli. Questa precauzione si rivela essenziale per garantire che il risultato finale soddisfi appieno le tue aspettative.

Un altro aspetto da considerare è la salute generale dei capelli. Mentre l’hennè è noto per essere un ottimo nutriente e ristrutturante per capelli, la combinazione con prodotti chimici aggressivi presenti nei coloranti biondi può indebolire la struttura del capello. I capelli potrebbero diventare secchi, fragili e suscettibili a danni, aumentando il rischio di rottura e perdita di capelli.

È essenziale anche prendere in considerazione il lasso di tempo tra l’applicazione dell’hennè la decolorazione. È consigliato aspettare almeno sei settimane per garantire che il capello abbia il tempo di recuperare e ridurre al minimo i danni.

Decolorazione dopo l’hennè sui capelli: 5 motivi per cui Unity Beauty la sconsiglia

Dopo la colorazione con l’hennè, i tuoi capelli si tingono di un meraviglioso colore rosso/marrone intenso. È importante tenere presente che potrebbe essere molto complicato ottenere il biondo desiderato in seguito.

Questo accade perché l’henné è un colorante naturale che si lega alle proteine dei capelli, creando un legame chimico stabile e ciò rende difficile rimuovere completamente il colore dell’henné e decolorare i capelli con successo. Vediamo insieme perché noi di Unity sconsigliamo il biondo dopo l’henné sui capelli:

1. Alterazioni imprevedibili del colore

Colorare i capelli dopo l’applicazione dell’henné può diventare una sfida. La presenza di pigmenti naturali provenienti dall’henné può reagire in modo imprevedibile con le tinture chimiche, portando a variazioni cromatiche non desiderate, come il verde. Il tentativo di ottenere un biondo luminoso potrebbe quindi risultare complicato, se non impossibile.

2. Danneggiamento della struttura del capello

L’henné, sebbene naturale, può avere effetti negativi sulla struttura del capello, specialmente se utilizzato in combinazione con trattamenti chimici. Il processo di ossidazione dell’henné può indebolire la fibra capillare, rendendo i capelli più suscettibili a danni e rotture.

Questo rischio è significativamente aumentato quando si cerca di ottenere un biondo chiaro, che richiede spesso decolorazioni e trattamenti aggressivi.

3. Problemi di gestione della tonalità

L’hennè tende a conferire ai capelli un colore più caldo, e questo può rendere difficile ottenere una tonalità di biondo fredda o neutra. Se il tuo obiettivo è un biondo cenere o platino, l’henné potrebbe rappresentare un ostacolo nella realizzazione di questo risultato, poiché il suo effetto riscaldante potrebbe persistere anche dopo altri trattamenti.

4. Tempo e sforzo necessari per la correzione

Correggere eventuali problemi derivanti dall’applicazione dell’henné richiede tempo e sforzo. Dallo sbiadimento del colore alle possibili danneggiamenti strutturali, la correzione di tali inconvenienti potrebbe richiedere numerosi trattamenti e l’impiego di prodotti specifici, che possono stressare il capello.

5. Aumento del rischio di danni permanenti

L’henné può influenzare la resistenza naturale dei capelli, e la decolorazione successiva può accentuare questa vulnerabilità. Ciò aumenta il rischio di danni permanenti, compromettendo la salute generale dei capelli a lungo termine.

Al fine di minimizzare eventuali complicazioni durante la decolorazione, è fondamentale selezionare con attenzione un prodotto di henné 100% di origine naturale. L’adozione di un hennè privo di additivi offre una maggiore garanzia di risultati coerenti e affidabili, poiché si limita al massimo l’interazione con altri trattamenti o sostanze chimiche che potrebbero influire negativamente sul risultato finale.

Un henné 100% naturale assicura una colorazione più stabile e controllabile, contribuendo a preservare la salute e l’integrità dei capelli durante il passaggio dal colore derivato dall’henné al biondo. Inoltre, la scelta di prodotti di qualità è cruciale per garantire un processo di decolorazione successivo più agevole e meno rischioso.

Raggiungi il risultato desiderato grazie a Unity Beauty

La scelta di ritornare al biondo dopo aver utilizzato l’henné sui capelli richiede quindi un approccio attento e professionale. Affidarsi a professionisti del settore, come quelli che puoi trovare da Unity Beauty, è fondamentale per garantire l’utilizzo dei migliori prodotti e ottenere risultati soddisfacenti.

Unity Beauty offre una consulenza gratuita che si rivela essenziale per valutare le condizioni dei tuoi capelli e individuare la soluzione più adatta alle tue esigenze. Grazie a questa consulenza, avrai l’opportunità di dialogare direttamente con il parrucchiere, esprimere le tue aspettative e discutere delle tue necessità, ricevendo un servizio personalizzato e di alta qualità.

Unity---Centro-estetico-e-salone-di-parrucchieri-a-Milano-centro-Duomo

Trattamento Omaggio

Ricevi un Trattamento Curativo Express in Omaggio! Iscrivi alla nostra newsletter!

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente!

Articoli

unity-logo-centro-estetico-e-parrucchiere-2

Ricevi UN TRATTAMENTO curativo express in OMAGGIO PER I tuoi capelli

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente!